Submit

Città del futuro

 

La città del futuro

Le Nazioni Unite prevedono che, nel 2050, quasi il 70% della popolazione mondiale vivrà nei centri urbani. Considerate luogo di opportunità e di libertà individuale, le città sono il racconto tangibile della profonda trasformazione della società contemporanea. Tuttavia le nuove istanze di sostenibilità e le riflessioni post-pandemiche hanno messo in crisi il modello dominante centro vs periferie, e aumentato il desiderio di quartieri vivibili e ricchi di servizi che diventano luoghi di relazione e di crescita. È l'affermarsi del principio ispiratore di Anne Hidalgo, sindaca di Parigi, una delle città più influenti al mondo. Secondo Hidalgo le città devono essere sempre più sostenibili e i residenti devono poter soddisfare tutti i loro bisogni: di lavoro, shopping, salute o cultura, entro 15 minuti dalla propria abitazione. Allora come dovrebbe essere la città del futuro? Soprattutto a basso consumo di risorse e socialmente inclusiva. Per realizzare questa visione, si punta su innovazioni tecnologiche, metodi digitali e reti di sistemi intelligenti, con infrastrutture ottimizzate, logistica, spazi pubblici e privati vivibili ed ecologici.

Qui entrano in gioco i nuovi materiali che offrono soluzioni innovative e ecosostenibili. Covestro, come produttore di polimeri ad alta tecnologia, mette a disposizione di progettisti e aziende risorse e know-how per aiutare a costruire città del futuro che siano sostenibili e resilienti.

 

I nuovi materiali aiutano a trasformare la città

La Comunità Europea ha riconosciuto agli agglomerati urbani la capacità di essere catalizzatori di innovazioni, sperimentazioni e mobilità sociale. Le smart city possono garantire accessibilità a servizi sia d'interesse economico che sociale ed è partendo dalle innovazioni realizzate nelle città che si può costruire un futuro più sostenibile.

Gli agglomerati urbani sono grandi divoratori di energie e produttori di CO2. Le trasformazioni devono puntare a minimizzare l'impatto ambientale di edifici, trasporti e consumi. I materiali polimerici ad alta tecnologia sembrano rispondono a tutte le richieste di eco-compatibilità nel settore degli edifici, dei dispositivi di connessione, nella logistica e infine nel ciclo di vita dei beni di consumo. L'obiettivo è trasformare le città in luoghi che offrono alta qualità di vita abitativa, efficienza produttiva ed economica, limitando al massimo il consumo di risorse.

Covestro ha in portfolio soluzioni concrete per migliorare l'efficienza delle città e progetti sperimentali che tracciano la visione di quello che è possibile fare per il futuro delle città.

 

Isolamento degli edifici

Se le nuove abitazioni possono godere di nuovi materiali e tecnologie per l'isolamento termico, gli edifici esistenti sono dei veri e propri divoratori di risorse. Si è stimato che gli immobili siano responsabili del 36% del consumo energetico globale e di quasi il 40% di tutte le emissioni di CO2. Grazie al poliuretano è possibile migliorare dell'80'% l'isolamento degli edifici e abbassare drasticamente la produzione di CO2 per il raffreddamento o il riscaldamento. L'isolamento in PU offre prestazioni migliori rispetto ad altri isolanti tradizionali come lana minerale o polistirene. Inoltre il PU permette di creare pannelli isolanti con spessori ridotti, perfetti per migliorare l'isolamento degli edifici esistenti senza intaccare le volumetrie a disposizione. La vera rivoluzione è tuttavia catturare e utilizzare l'anidride carbonica prodotta dalle attività umane per trasformarla in una materia prima. Covestro già produce pannelli in poliuretano espanso con il 20% di CO2 recuperata. Le abitazioni del futuro contribuiscono così a invertire il trend di emissioni di gas serra e partecipano a invertire attivamente il cambiamento climatico.

Resilienza urbana

Ripensare la città del futuro è passare dalla mera riqualificazione dell'esistente a un modello di città che riesce a rispondere in modo efficace agli impatti delle spinte sociali, economiche e naturali. I nuovi materiali polimerici rispondono efficacemente e rapidamente a molte richieste che gli agglomerati urbani pongono ai progettisti ma anche ai governi. Una delle sfide più importanti è proprio la crescita rapida delle città e il bisogno di nuovi spazi abitativi. Grazie al policarbonato è possibile realizzare alloggi a prezzo accessibile riducendo i costi. Questi alloggi sono perfetti anche in situazioni di emergenza come terremoti o inondazioni.

 

La mobilità del futuro

Uno dei problemi più importanti che gli agglomerati urbani si trovano a fronteggiare è il traffico. Questo ha un impatto significativo sui tempi di percorrenza e sull'inquinamento dell'aria. I policarbonati high-tech sono un'alternativa al metallo e al vetro e rendono le auto più leggere e aerodinamiche riducendo i consumi. I veicoli elettrici sono un altro passo per rendere la mobilità urbana più sostenibile. Soluzioni avanzate di confezionamento delle batterie con policarbonati ignifughi e leggeri rendono i veicoli elettrici più sicuri ed efficienti e permettono di migliorare sia i trasporti privati che quelli collettivi come taxi e autobus.

Energia sostenibile

Le città sono divoratrici di energia. È indispensabile che questa provenga da fonti rinnovabili come eolico e solare. Una delle sfide del futuro è rendere l'eolico sempre più conveniente. I materiali polimerici possono determinare una svolta positiva nella costruzione di nuove pale eoliche. Grazie a un progetto innovativo Covestro è riuscita a ottenere pale di grandi dimensioni per catturare più flusso di vento e produrre più energia. Accanto alla produzione è fondamentale lo stoccaggio dell'energia prodotta con fonti che non sono sempre disponibili come il vento e il sole. Batterie più potenti creano problemi di raffreddamento e di sicurezza. I policarbonati ignifughi Covestro sono stati sperimentati nella costruzione delle batterie e hanno dimostrato la capacità di renderle più sicure e più efficienti.

 

Infrastrutture urbane

La smart city offre sistemi infrastrutturali che sono anticipatori e proattivi, piuttosto che reattivi. Analizzare i dati della città connessa può aiutare a calibrare e ridurre l'impronta ambientale delle città e migliorare la vita urbana. Le resine di rivestimento sostenibili sono adatte a proteggere i dispositivi dalle intemperie e rendere le reti urbane perfettamente funzionanti in qualunque condizione. Con il policarbonato, Covestro sta realizzando alloggiamenti per reti 5G estremamente sottili e integrabili in vari contesti architettonici e assolutamente trasparenti per le bande di trasmissione. Il policarbonato aiuta a progettare trasmettitori 5G fisicamente piccoli, discreti e più facili da installare su lampioni, pensiline degli autobus, pali della luce e altre strutture.

La città del futuro è dunque a portata di mano e chiede scelte collettive e collaborative perché come dice l'urbanista Livio Sacchi: "Un futuro che si costruisce, insieme, nel tempo non è altro che il prodotto delle nostre azioni presenti e, soprattutto, della nostra capacità di progettare e innovare.

(Il futuro delle città).

Get in touch with us!

Contact form image Zoe

How would you describe yourself?

Compare